Venerdì 30 Giugno cinque giornalisti ed io siamo partiti per Salisburgo direzione Red Bull X-alps: una delle avventure più dure al mondo.
31 atleti di nazionalità diverse devono percorrere 1.138 km viaggiando solo a piedi o con il loro parapendio, passando per 7 punti di passaggio in 7 paesi diversi con partenza da Salisburgo e arrivo nel Pricipato di Monaco.

Partenza ore 13:00 da Milano, dopo 3 ore di auto ci fermiamo a fare un bell'aperitivo al Salewa Bivac, un piccolo bar adiacente la sede dell'azienda a Bolzano.
Dopo altre 4 ore di viaggio finalmente arriviamo in un piccolo paese appena fuori Salisburgo, super cena insieme agli altri ragazzi, quattro risate, doccia e tutti a letto che il giorno seguente sarebbe stato molto impegnativo.

 

La mattina mi sveglio, dopo ben 4 ore di sonno..., ricca colazione e con il mio fantastico gruppo partiamo in direzione Aereoporto dove ci aspettava una press conference all'Hangar7 di Red bull. Appena arrivati si apre davanti a noi uno spazio enorme tutto vetrato nel quale ci sono Aereoplani, Formula 1, Moto da corsa, in pratica il mondo Redbull.
In questo splendido scenario avviene la presentazione dei 31  Atleti tra cui l'italiano Aaron Durogati, ci viene spiegato come si sarebbe svolta tutta la gara, le tappe, cosa si trova nei loro zaini, il live tracking; il tutto sorseggiando una delle nuove Red bull al limone :)
Finita la presentazione incotriamo gli atleti della gara che sono sponsorizzati Salewa : Aaron Durogati(ITA) e Chrigel Maurer (SUI) che ci confidano pensieri e emozioni prima della grande partenza del giorno successivo.

Pranzettino leggero in un piccolo ristorante in zona, che si trasforma in un megapranzo molto molto pesante!

Al pomeriggio era prevista un'esperienza di speed hiking in tre differenti varianti: corto, medio e lungo. Ovviamente per farci smaltire il lauto pranzo ci hanno iscritto a quello più lungo: 10 km per arrivare alla cima del Gaisberg (percorso eseguito anche dagli atleti nel primo giorno di gara).
Mi metto a metà del gruppo dove conosco un signore sulla sessantina ed un ragazzo sedicenne che mi terranno compagnia per tutto il tempo.
Giunti in vetta, avremmo dovuto fare un'esperienza di volo in parapendio ma a causa del forte vento non c'è stata la possibilità. Ero decisamente dispiaciuta :( ma la compagnia e l'aperitivo mi hanno fatto subito tornare di buon umore.
Discesa di corsa, con il maltempo ci inseguiva. Tornati in hotel super relax alla spa e cena serale tutti assieme.

Salisburgo 2 Luglio, il giorno della grande partenza dei Redbull X-alps. Un diluvio epico fa slittare il programma di 30 min facendo salire l'adrenalina negli atleti che non avrebbero potuto volare e di conseguenza continuare a piedi.

PARTITI!

Corriamo al bus che ci aspettava per portarci al monte Gaisberg, dove gli atleti sarebbero giunti poco dopo, ci troviamo in mezzo ad una vera e propria bufera di pioggia ma volevamo stare in prima fila per vedere i primi atleti arrivare.
Bagnati come dei pulcini ci rintaniamo al caldo dentro al rifugio, pranzo super caldo e poi ritorno a casa.

Che esperienza fantastica! Un grazie di cuore a Salewa che mi ha dato la possibilità di vivere questa bellissima avventura e mille grazie ai miei compagni di viaggio che hanno saputo sopportarmi per tre giorni (cosa non facile!).

Stay tuned per altre meravigliose avventure :D

Camilla